Roverato si scopre ostacolista e Franceschini parte velocissimo: l’esordio indoor 2018

26735438_10214862180168652_566535927_o(Atl-eticamente/fidalVeneto Foto) Esordio della stagione 2018 partito con il botto per l’atletica Nevi! Con i primi risultati fatti segnare domenica al pala indoor di Padova partiamo sicuramente con ottime ambizioni. Personaggio copertina di questa prima uscita è sicuramente Daniele Roverato che alla prima sui 60 ostacoli categoria allievi, lui che è un velocista puro, ha fatto intravedere margini di crescita impressionanti. L’allievo al secondo anno di categoria ha fatto segnare in qualificazione il tempo di 8″44 per poi scendere a 8″36 in finale che oltre al minimo di partecipazione ai campionati italiani indoor di categoria gli è valso anche il secondo posto della gara. Altro risultato copertina per noi è il nuovo exploit di Alessandro Franceschini che dopo aver fatto vedere ottime cose sul giro di pista nella stagione passata, esordisce in questa nuova stagione nella prova più corta dell’atletica, i 60 metri indoor, conquistando il sesto posto complessivo ( su 168 concorrenti) ma soprattutto facendo segnare 7″19 in batteria per poi scendere a 7″13 in finale (ricordiamo che il nostro velocista aveva un primato personale di 7″24 datato stagione indoor 2017). Altri ottimi risultati sono venuti sempre dal rettilineo dei 60 m da Mattia Roverato con 7″27 Matteo Sterchele con 7″51, Christian Coldebella con 7″84 e Alen Elmazovski con 7″97. Sempre nei 60hs ma junior è arrivato il sesto posto con primato personale  per Giacomo Zampese che ha fermato il crono in 8″84 nella qualificazione e 8″87 in finale. Nella gara assoluta bene Matteo Borsetto con 8″93 in qualificazione e 8″77 in finale mentre Leonardo Giacometti ha fissato il tempo in 9″20. Nella gara di salto in alto ritroviamo nuovamente Matteo borsetto quarto con 1,96 e Leonardo Giacometti sesto con 1,88. Nel salto in lungo buon settimo posto di Mattia Ghiraldo con 6,34 mentre buono anche l’esordio con la casacca gialla di Obaidou Sambare atterrato a 6,11. Nei 400 m buon rodaggio meccanico per Omar Sbrissa in 57″69 e Michael Garberino in 1’03″78. Al femminile invece ottimo esordio di Sofia Faggion nei 60 ostacoli allieve quarta classificata con il nuovo privato personale di 9″61 in batteria e 9″69 in finale, bene anche la sorella Lucrezia che nei 60 m senza ostacoli ha stabilito il nuovo primato personale con 9″42. RISULTATI

Comments

comments

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Scroll To Top